Orgogliosi di guidare l’emozionante rinascita della nostra città

 

UNA NUOVA ALBA

di ottimismo e fiducia
ci aspetta

CHI È IL SINDACO?

È un buon amministratore, competente e decisionista, con l’atteggiamento morale del buon padre di famiglia e la determinazione dell’imprenditore, sensibilità sociale, una visione del futuro che deve trasmettere alla cittadinanza.

PERCHÈ MI CANDIDO

Voglio essere il VOSTRO SINDACO perché ho una chiara idea di COME RISOLLEVARE PORDENONE DAL DECLINO E RICOMINCIARE A CRESCERE.

NON SONO UN POLITICO … bene o male, questo sono io.

Tanti anni di libera professione, quando il cervello non si spegne per risolvere i problemi, mi danno la consapevolezza di SAPER AMMINISTRARE CON TUTTI I PORDENONESI che non accettano il declino e la sopravvivenza assistita e che siano disposti a partecipare a nuovi processi di sviluppo con la mia SQUADRA e con un apparato pubblico VINCENTE.

IL MIO PROGRAMMA

è INNOVAZIONE

è JOINTVENTURE con IL PRIVATO 

è FATTI URBANI

è SICUREZZA

VEDI IL PROGRAMMA

SCARICA PROGRAMMA

VEDI IL MIO TEAM

UN PÓ DI ME

Tra passione, professione e senso civico.

Perché raccontare alcuni cenni della mia storia? Perché è ciò che ha creato l’uomo che sono oggi, padre di tre figli, nonno, professionista e chitarrista rock. Con autocritica ed ironia potrei definirmi un po’ naif, frizzante, utopico… Sono io.

Cerco i valori, cerco la visione del progetto per la mia città.

Per amore, per senso civico, per mestiere.

Mi considero autentico ed è il valore assoluto che voglio proporre candidandomi sindaco per amministrare la nostra Pordenone.

Sono un pordenonese doc, figlio di uno stimato pittore ed una maestra e scrittrice, nato e cresciuto “in piazza”.

Dei tre fratelli ero il più docile, chi non dava mai problemi, potevano lasciarmi ore ed ore da solo seduto per terra a guardare fuori dalla “finestrina” certi di trovarmi ancora lì per cena.

A 14 anni, “svegliatomi” di soprassalto, ho cominciato a dare tante di quelle preoccupazioni ai miei genitori che, ancora oggi, me ne pento. Il Liceo, cardine della mia giovinezza, è stato il fuoco che ha generato la mia continua e progressiva ebollizione.

A 18 anni, dopo aver capito che per vederli bene il miglior modo era organizzarli, con mio fratello Aldo ed alcuni collaboratori, ho prodotto concerti a Pordenone ed Udine. Sono stato il primo DJ della città.

Riempivo teatri e palazzetti di giovani, fino a che, la mia carriera di giovanissimo manager musicale finiva a 21anni a causa di disordini, danni e contestazioni al grido “fateci entrare gratis perché la musica è di tutti”.

Per amore del Rock, ho riformato il mio primo complesso, ho ripreso a suonare ed oggi continuo a farlo.

Dando una sferzata ai miei studi di architettura, a 25 anni mi sono laureato e subito mi sono reso conto che non sarei stato un uomo felice se non fossi stato un architetto: mestiere della creazione che è ancora il grande amore della mia vita.

A 48 anni, consapevole che avrei potuto dedicare a Pordenone anche un impegno civico, sono entrato in Consiglio comunale dove ho militato con passione per oltre 15 anni, partecipando ad oltre 300 consigli comunali, con 800 interrogazioni, 360 mozioni e maturando una solida esperienza.

La realtà mi ha portato ad affrontare molte sfide ed una grave malattia, di cui ho imparato a parlare con un filo di voce, ha distrutto proprio la mia voce ma non la musica della mia vita, vincendo io la gara più importante con coraggio e fiducia.

Ho compreso la causa di alcuni miei errori e quelli ancora incompresi non mi hanno impedito di fare pace con la mia coscienza. I miei peccati veniali, esuberanza ed egocentrismo che hanno caratterizzato la mia storia, sono anche stati la spinta vitale che mi ha fatto combattere le disavventure e raggiungere autostima e risultati, oggi, come padre, architetto e cittadino.

Credo nell’amore incondizionato per i figli, nel dare sempre e comunque tutto quello che si ha e, senza retorica, metto al primo posto i più deboli, impegnandomi perché siano al centro della nostra attenzione.

 

In sintesi
Articolo
Francesco Giannelli
Descrizione
Enter the brief description about this article (About 30 Words)
Pubblicatore
Francesco Giannelli Architetto
Logo

Pin It on Pinterest