Nella sede dell’Unione Industriali di Pordenone ho incontrato il Presidente Michelangelo Agrusti ed il Direttore Paolo Candotti per sapere quali sono le aspettative degli imprenditori nei confronti della prossima Amministrazione comunale.2016-04-13 - GIANNELLI AGRUSTI Nell’occasione ho illustrato brevemente lo spirito che anima la mia lista CIVICA che si colloca al centro dei due principali schieramenti politici, con un preciso riferimento all’Area Popolare.

Sono poi passato ad illustrare il programma sottolineando che il prossimo Sindaco NON potrà prescindere dall’avere gli imprenditori privati al suo fianco per far rinascere la città, riportandola autorevolmente al centro del suo territorio. Un Sindaco che, rovesciando l’attuale situazione che spesso vede nell’apparato pubblico un nemico, andrà a chiedere al privato di FARE ASSIEME promuovendo le principali iniziative che servono alla città: la trasformazione energetica ed estetica del patrimonio immobiliare esistente con la realizzazione dei parcheggi interrati per i residenti, la sponsorizzazione di grandi eventi artistici, culturali e musicali a livello internazionale, la trasformazione dei luoghi cardine della città, attorno ai quali far ripartire l’economia.

Il Centro Storico, la Rivierasca, l’ex Cotonificio Amman, le caserme dismesse, il Bronx, l’Interporto, l’aeroporto sono tra i principali “fatti urbani” la cui attuabilità sarà possibile solo favorendo l’iniziativa privata con una drastica riduzione della burocrazia. L’innovazione, l’attenzione ai giovani ed agli anziani fanno da corollario ad un progetto elettorale essenziale ma REALIZZABILE.

Il Presidente Agrusti ha trovato il programma in linea con le aspettative degli imprenditori ed ha auspicato che questo atteggiamento collaborativo tra Amministrazione comunale ed imprenditoria possa essere la novità che la categoria attende da anni.

Pin It on Pinterest